Scegli la lingua

News e aggiornamenti

Potete richiedere direttamente a me una copia con dedica di "Oltre l'evidenza - racconti di vita gay" contattandomi all'email raccontidivitagay@hotmail.it Oppure compralo su IBS

Compra su Amazon l'edizione 2014 di "Io: nella gioia e nel dolore - Diario di un ragazzo in crescita"

Italian Gay Blogger Award '14 - Le interviste ai vincitori: Gayburg, JHP, Il mondo espanso dei romanzi gay, Centochilidicaos


venerdì 31 ottobre 2014

L'insegnate è gay, non è idoneo! - Intervista a Daniele Baldoni

Rubrica: Francesco Sansone
Grafica: Giovanni Trapani
Se settimana scorsa vi ho parlato del caso di Stefano Bucaioni che, col marito, è statodenunciato per un bacio durante una manifestazione delle Sentinelle in piedi, oggi voglio parlarvi della storia di Daniele Baldoni, un insegnate di danza umbro che è stato costretto a lasciare il lavoro presso l’istituto compressivo Dalmazio Birago di Passignano e Tuoro sul Trasimeno a causa di un gruppo di genitori che ha presentato al preside una lettera in cui si metteva in discussione la sua idoneità. Motivazione? L’omosessualità di Daniele. La notizia ha subito fatto il giro del web e in molti ne hanno parlato tanto che lo stesso protagonista ha voluto precisare alcune cose sul suo profilo personale su Facebook. Qualche giorno fa, l’ho contattato chiedendogli se avesse voglia di rispondere ad alcune mie domande e Daniele ha accettato volentieri. Quella che segue è un’intervista che vi darà modo di capire meglio come sono andati i fatti e, cosa più importante, rendervi conto della forza di questo ragazzo che, pur avendo subito questa meschinità, non si è lasciato abbattere.

mercoledì 29 ottobre 2014

Salfie mania

Rubrica: Francesco Sansone
Grafica: Giovanni Trapani
Da quando sui social network è nata la moda di chiamare gli autoscatti con il nome di selfie,  non è difficile trovare foto di personaggi noti in pose che strizzano l’occhio al porno. Il vedo e non vedo e il ti faccio vedere più di quanto puoi sperare, sono entrati nelle abitudini dei vip.
Di esempi che ne sono davvero tanti: dagli Stati Uniti all’Italia, dall’Inghilterra alla Spagna i vip di tutto il mondo non privano i loro fan di autoscatti succinti che mettono in mostra tutte le loro grazie. Esibizionismo o  bisogno costante di ricevere consensi? Qualunque sia il motivo, tutti e tutte aspettano di trovare sulla pagina del proprio mito, un selfie su cui sbavare.


lunedì 27 ottobre 2014

Dite la vostra a... - Confronto con gli omofobi: dibattito tra un omosessuale e un anti-LGBT di Manuel Perricone

Rubrica: Francesco Sansone
Grafica: Giovanni Trapani
Articolo: Manuel Perricone
L’appuntamento di oggi con Dite la vostra a… sarà diverso dal solito. Nei giorni scorsi Manuel, un ragazzo che è iscritto al gruppo facebook di questo blog, nonché amico, mi ha raccontato cosa gli fosse successo su un altro gruppo del social network e che voleva scriverci qualcosa sopra sperando che potessi pubblicarlo su Il mio mondo espanso. Ho accettato di buon grado e facendolo ho ritenuto che questa rubrica fosse la più di idonea. Quindi quello che leggerete non è una frase detta da qualche omofobo dell’ultima ora, ma lo sfogo, la considerazione e la vicenda di un ragazzo gay.
Se anche voi volete uno spazio per parlare di qualcosa che vi sta a cuore e che volete condividere sul blog, non i resta che contattarmi sul gruppo fb o su raccontidivitagay@hotmail.it e potrete dire la vostra anche voi.
Francesco Sansone

"Confronto con gli omofobi: dibattito tra un omosessuale e un anti-LGBT" di Manuel Perricone

Che cosa succede dialogando con i "sostenitori della famiglia naturale" (eufemismo che sta per "omofobi")?
Potrei darvi direttamente la risposta, ma forse la conoscete già.
Questo è quello che è successo conversando con un omofobo, fondatore di una pagina omofoba. Un certo Luigi.
Perché l'ho fatto? È la politica. L'ho fatto semplicemente per confrontarmi con una persona che condivide il mio stesso orientamento politico tranne che per la questione LGBT.
Ma partiamo dall'inizio: come tanti utenti di Facebook omosessuali faccio parte di un gruppo finalizzato, oltre che per eventuali incontri, alla comunicazione tra omosessuali e lo scambio di opinioni.

venerdì 24 ottobre 2014

Altri mondi: Mr Gay Facebook Italia - Intervista a Sebastian Gianni e Gianluca Micheli

Rubrica: Francesco Sansone
Grafica: Giovanni Trapani
Da sempre i concorsi di bellezza hanno fatto parte della storia di questo Paese. Passerella dopo passerella, anno dopo anno, queste manifestazioni sono diventate sempre più specchio della nostra società dando a tutti la possibilità di diventare una Miss o un Mister. Ovviamente col passere del tempo e con l’avvento dei social anche i concorsi sono cambiati e, pur cambiando forma e mettendo da parte la passerella, sono sempre seguiti e votati. Fra i tanti concorsi ce n’è uno che da qualche anno premia il ragazzo gay più bello di facebook; il concorso in questione è Mr Gay Facebook Italia, e il suo creatore è un vecchio amico de Il mio mondo espanso, Sebastian Gianni. Ogni anno il suo concorso, che è patrocinato dall’associazione Gaycs, richiama diversi partecipanti e tantissimo pubblico, tanto da essere uno dei concorsi web più noti degli ultimi tempi.
In questo appuntamento con Altri mondi, l’ho voluto intervistare assieme al vincitore dell’ultima edizione, Gianluca Micheli, incoronato all’hotel Zeus di Ravenna durante la serata finale del concorso. Con questa intervista voglio mostrare i punti di vista sia di chi lo organizza sia di colui che vi partecipa, per dare modo di far conoscere Mr Gay Facebook Italia a quei pochi che ancora non ne sanno l’esistenza e, perché no, convincere qualcuno a partecipare alle edizioni future.


mercoledì 22 ottobre 2014

Il mio bacio fra le sentinelle - Intervista a Stefano Bucaioni

Rubrica: Francesco Sansone
Grafica: Giovanni Trapani
Era il 29 Marzo quando a Perugia si svolgeva una manifestazione delle sentinella in piedi e due ragazzi hanno scelto di baciarsi in mezzo a loro dimostrare la propria contrarietà a quella protesta contro le unioni gay e i diritti civili in generale. Quel gesto, però, è costata a Stefano Bucaioni e al marito Antonio Fabrizio una denuncia per disturbo alla quiete pubblica.  Già questo sarebbe sufficiente per indignarsi, ma purtroppo questo Paesa quando ha a che fare con l’omosessualità, non si accontenta di un solo gesto ignobile, ma si accanisce fino all'inverosimileAvendo avuto modo di leggere il verbale della polizia, i due uomini hanno letto: "avvicinandosi ad altro individuo di sesso maschile si esibiva in un prolungato e concupiscente bacio sulla bocca con lo stesso nel bel mezzo di Corso Vannucci ed in presenza di numerose famiglie con bambini e ragazzi molti dei quali minorenni che in quel momento affollavano il centro cittadino lasciando i passanti disgustati da tale dimostrazione". Insomma, un testo che sembra uscito direttamente dagli anni 50, indice di Paese sempre più fanalino di coda in Europa.
Ho contattato Stefano per chiedergli di raccontarmi come sono andate le cose quel pomeriggio e che cosa è successo dopo quel bacio in piazza e quelle che seguono sono le sue parole.

lunedì 20 ottobre 2014

Selfie, politica e diritti gay

Rubrica: Francesco Sansone
Grafica: Giovanni Trapani
Tutto ha inizio da una foto, un autoscatto, o selfie se preferite, che è circolata in rete dopo che i diretti interessati l’hanno postata sul web. I protagonisti in questione sono Vladimir Luxuria, Silvio Berlusconi e Francesca Pascale. Non ci sarebbe nulla di male se i primi due non fossero una della attiviste per i diritti civili ed ex deputata di Rifondazione comunista e l’ex presidente del consiglio e fondatore di Forza Italia diventato poi il Popolo delle libertà ritornato Forza Italia da poco, ossia il maggior partito di centro destra che da vent’anni calca la scena politica italiana.

venerdì 17 ottobre 2014

Quando lo spot diventa friendly

Dopo il caso Barilla, in cui il suo dirigente aveva asserito che se i gay non si riconoscevano nelle sue pubblicità erano liberi di non comprare i suoi prodotti, diverse aziende italiane hanno deciso di fare il contrario e strizzare l’occhio proprio a quel pubblico il pastificio aveva scartato. Ipermercati, aziende di sughi, di surgelati e molte altre aziende hanno commissionato spot con coppie omosessuali o giù di lì.
Al di là che questi consigli per gli acquisti, per citare Maurizio Costanzo,  passino in tv dopo una certa ora, il fatto che anche le aziende abbiamo fatto questo passo dimostra che sono le prime a rendersi conto che l’omosessuale, in Italia e nel mondo, non è solo il tipo da discriminare, ma è anche uno dei maggiori compratori. Lo stesso signor Barilla se n’è reso conto vedendo crollare le vendite dei suoi prodotti.
Torniamo a parlare però direttamente degli spot in quanto forma d’arte e mettendo da parte le eventuali strategie di marketing. Vediamone alcuni per illuderci che questo Paese sia per davvero al pari degli altri Stati dell’Unione Europea.


martedì 14 ottobre 2014

A causa di problemi legati alla connessione internet che sembrano essersi  terminati in questo momento, anche l'appuntamento di mezzanotte de Il mio mondo espanso salta. Se la stabilità della linea dovesse reggere, il blog tornerà attivo venerdì. Scusate, Francesco.

venerdì 10 ottobre 2014

Altri mondi - G&T - Intervista a Francesco D'Alessio e Matteo Rocchi

Rubrica: Francesco Sansone
Grafica: Giovanni Trapani
I protagonisti di oggi sono due vecchie conoscenze del blog, Francesco D’Alessio e Matteo Rocchi, autori, registi e protagonisti di G&T che tornano a trovarci per parlare della seconda stagione della loro fortunata web series.

Da poco è ripresa la messa on line della seconda stagione di G&T, e anche questa volta ha ottenuto un successo di visualizzazioni. Vi aspettavate anche per questa nuova serie di episodi un riscontro così positivo?
Sembra banale dirlo, ma no. Non ci aspettavamo nulla. Persino per la seconda stagione, quando ormai avevamo già ottenuto molti riscontri positivi, c’era sempre molto timore. Con la stagione 2 eravamo preoccupati che la storia non “prendesse” come per la prima. Per fortuna è andata bene, e di questo non smetteremo mai di ringraziare chi ci segue.


mercoledì 8 ottobre 2014

Alfano, faccia il ministro, non il leader

Rubrica: Francesco Sansone
Grafica: Giovanni Trapani

Ai nostri governanti, si sa, piace dire qualcosa contro qualcuno giusto per darsi un tono, il problema, purtroppo, è che ultimamente lo fanno rilasciando affermazioni sempre contro la comunità LGBTQ.
Proprio in questi giorni, il ministro degli interni, Angelino Alfano, è al centro delle polemiche per le sue posizioni atte a impedire la trascrizione di quei matrimoni fra persone dello stesso sesso avvenuti all’estero. Posizioni che non si concludono con le dichiarazioni, ma con una circolare minatoria (perché di questo si tratta) affinché nessun prefetto o nessun sindaco si permetta di apporre la firma sulla richiesta presentata nelle diverse città italiane.

lunedì 6 ottobre 2014

Dite la vostra a... Angelino Alfano

Rubrica: Francesco Sansone
Grafica: Giovanni Trapani
Fonte: Gayburg

Così come le dichiarazioni omofobe tornano a tuonare sulle nostre teste come fulmini in un giorno di pioggia, anche la rubrica Dite la vostra a… torna a selezionare i personaggi che si sono distinti per i contenuti delle loro affermazioni e darvi la possibilità di commentarle.
Protagonista di oggi è il leader del Nuovo Centro Destra (Ncd), e ministro degli interni, Angelino Alfano che ha risposto alla richiesta di trascrizione dei matrimoni gay celebrati all’estero avanzata dal prefetto di Bologna con le seguenti parole:

venerdì 3 ottobre 2014

Altri mondi: Sportellotrans Milano - Intervista ad Antonia Monopoli

Rubrica: Francesco Sansone
Grafica: Giovanni Trapani
E anche in questo nuovo ciclo de Il mio mondo espanso riprendono le interviste di Altri Mondi e, come ogni anno, avranno il compito di presentarvi personaggi che con i loro sforzi e il loro lavoro si attivano per sdoganare la realtà LGBTQ in questo Paese.
Ho il piacere di iniziare questa nuova stagione con una donna che non s’è fatta abbattere dalle difficoltà che la vita le ha riservato, riuscendo non solo a venirne fuori, ma a impegnarsi perché tanti ragazzi e tante ragazze che come lei sono nati in un corpo che non sentono loro non si ritrovino da soli. Lei è Antonia Monopoli ed è la responsabile dello Sportello trans e quella che segue è un’intervista che vi consiglio di non perdere.