Coppia gay brutalmente aggredita in una metro a Londra

A cura di Francesco Sansone
Grafica di Giovanni Trapani
Nella foto da sinistra: Phil Poole e Zbynek Zatloukal
«Non ricordo molto di quello che è successo perché ero sotto shock quando mi sono svegliato.» a raccontare quanto è accaduto al Evening Standard è Phil Poole, il trentacinquenne picchiato brutalmente assieme al fidanzato Zbynek Zatloukal, di ventisei anni, da un gruppo di cinque persone su un treno di Londra, dopo una giornata trascorsa a Reading per festeggiare San Valentino.
Continua sotto...

Nella  foto: Phil Poole
Zbynek stava dormendo con la testa appoggiata sulla spalla di Phil, quando ha sentito uno dei cinque aggressori pronunciare un insulto omofobo, prima di passare alle mani e picchiarlo selvaggiamente. Successivamente il gruppo è passato a Phil, invece, svegliandolo con un pugno in faccia.
«Ho avuto modo di liberarmi – continua il trentacinquenne – e ho iniziato a correre nel treno, ma loro hanno iniziato a inseguirmi.»
Continua sotto...

Nella foto: Zbynek Zatloukal
«Non sono una persona violenta. Non ho mai neppure lanciato un pugno e pertanto non so nemmeno come difendermi.» ha continuato Phil, spiegando, poi, che gli altri passeggeri, spaventati da quanto stava avvenendo, hanno chiamato la polizia. 
Quando gli agenti sono saliti sul treno alla stazione di Ealing, i cinque aggressori sono scappati. «Sono ancora un po’ nervoso e penso ci vorrà del tempo prima di prendere un treno.»
Nella foto la coppia poco  prima dell'aggressione mentre festeggiava San Valentino.
Il volto di Phil è ricoperto da tagli e lividi ma, tutto sommato, è stato più fortunato di Zbynek, Gli aggressori, infatti, gli hanno hanno provocato una sospetta rottura della cavità oculare.

La coppia dopo l'aggressione
La coppia è stata portata all'ospedale di Ealing, nel nord di Londra,  e la polizia ha aperto un'indagine sull'accaduto.
RIMANI SEMPRE AGGIORNATO. ISCRIVITI ALLA NUOVA PAGINA FACEBOOK